domenica 12 agosto 2012

Mercante in fiera

Mercante in fiera

“Mercante in fiera” è un gioco molto antico e largamente diffuso che richiede l’utilizzo di due mazzi di carte particolari; nel tempo si sono evolute, i disegni si sono adattati alla vita moderna divenendo sempre più elaborati ma, fondamentalmente, un mazzo di 20 anni fa può essere utilizzato allo stesso modo di uno appena acquistato.

Per giocare servono 2 mazzi da 40 carte; le immagini raffigurate devono essere identiche mentre il dorso dovrà essere differente; l’obiettivo, è quello di cercare di vincere il premio dal valore più elevato.

Possono partecipare da 3 giocatori in poi, più è elevato il numero di partecipanti e più il gioco risulta avvincente e, una volta definito il numero, la prima cosa da fare sarà scegliere il mercante che “tirerà le fila” del gioco e procederà mescolando separatamente i due mazzi.

Ogni giocatore, per poter ottenere le carte, dovrà versare una piccola somma convenuta precedentemente; il mazziere le distribuirà in modo da trattenerne una parte da mettere poi all’asta.

In base al numero di giocatori si distribuiscono 2 o 3 carte, più sale il numero e meno carte vengono distribuite; per 8 giocatori è possibile distribuire 3 carte a testa, in media il mazziere trattiene un terzo del mazzo.

I giocatori scoprono le carte davanti a loro mentre il mazziere mette all’asta quelle trattenute da lui, cercando di guadagnare il più possibile, e mettendone in vendita un lotto composto da un numero variabile, a sua scelta; gli altri non dovranno sapere quante carte rimangono dal mazzetto perciò, dovrà aver cura di nasconderle, per esempio occultandole sotto al tavolo.

La regola vuole che il bando della carta messa in vendita venga ripetuto 3 volte, questo consente di aumentare (eventualmente) le offerte e guadagnare di più; in questa fase entra in gioco la furbizia e l’astuzia del mercante che deve saper vendere bene.

Ogni giocatore è libero di offrire quanto vuole e gli altri possono rilanciare a loro volta, secondo il loro interesse, non ci sono vincoli.

Al termine di tutte le carte, la somma guadagnata dovrà essere divisa in diversi mazzi, a seconda dei premi che si vogliono distribuire; per esempio è possibile formare 4 mazzetti in cui il primo premio sarà pari al 50% della somma raccolta, il secondo pari al 30%, il terzo pari al 15% e il quarto pari al 5%.

Il mazziere dovrà riprendere il mazzo non utilizzato, lo mescolerà e preleverà un numero di carte uguali al numero dei “mazzetti-premio”; su ogni carta posizionerà poi un mazzetto.

A questo punto si scoprono le rimanenti del mazzo inutilizzato e man mano che il mazziere dice il nome dell’oggetto o della scena raffigurata, ogni giocatore deve controllare se ce l’ha, in quel caso deve scartare la carta.

In questa fase è possibile sospendere temporaneamente il gioco per realizzare compravendite tra i giocatori, che possono così aumentare il numero di carte a loro disposizione, acquistare le loro carte preferite, oppure monetizzare.

Alla fine rimangono le sole carte disposte sotto i premi; il giocatore che possiede la carta identica a quella sotto un mazzetto vincerà il premio corrispondente.

Di seguito alcune risorse a prezzi contenuti per acquistare le carte del "Mercante in Fiera" in internet


1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...