mercoledì 3 ottobre 2012

Gioco a carte UNO: istruzioni per giocare

Gioco a carte, UNO

UNO è un gioco di carte  nato negli anni ’70 che, negli ultimi anni, grazie a carte impermeabili, trasparenti, versioni per consolle e numerose altre, ha avuto un’enorme diffusione.

Per poter giocare è necessario un mazzo particolare, composto da 108 carte:

  • 19 carte blu, verdi, rosse, gialle con 2 serie di numeri che vanno dall’1 al 9 e una sola di valore 0
  • 8 carte speciali “PESCA 2” (2 blu, 2 verdi, 2 rosse e 2 gialle)
  • 8 carte speciali  “CAMBIO” (2 blu, 2 verdi, 2 rosse e 2 gialle)
  • 8 carte speciali “SALTO” (2 blu, 2 verdi, 2 rosse e 2 gialle)
  • 4 carte speciali “JOLLY”
  • 4 carte speciali “JOLLY + 4”
L’obiettivo del gioco è quello di totalizzare per primi i 500 punti; il conteggio è possibile solo dal momento in cui un giocatore esaurisce la carte in suo possesso e, il valore del punteggio sarà determinato dalla somma dei punti degli avversari. La scelta del mazziere avviene pescando una carta a caso, chi trova quella con il valore più alto ottiene la nomina.

Dopo aver mescolato le carte il mazziere ne distribuisce 7 a ogni giocatore, mettendo le restanti al centro del tavolo e scoprendo solo la prima; nel caso in cui sia una carta “Pesca 2”, “Cambio”... si dovrà agire in base al suo significato perciò, se la carta scoperta è “Salto”, il primo giocatore salterà il turno.

Inizierà il gioco il giocatore disposto a sinistra del mazziere e dovrà scartare una carta che abbia lo stesso numero oppure lo stesso colore o simbolo della carta scoperta; se la carta scoperta è il 4 blu, il giocatore dovrà scartare un 4 di qualsiasi colore o una carta blu. In alternativa potrà giocare una carta azione dello stesso colore di quella scoperta.

Se non ha carte da eliminare dovrà pescarne un’altra dal mazzo e, se compatibile potrà giocarla, altrimenti dovrà passare il gioco al giocatore dopo; è d’obbligo che quando un giocatore scarti la penultima carta pronunci “UNO” in maniera udibile e chiara, in caso contrario, per punizione dovrà pescare 2 carte.


CARTE SPECIALI

Vediamo l’utilizzo delle carte speciali:

 “PESCA 2” : quando si pesca questa carta, il giocatore successivo dovrà pescare 2 carte e saltare il turno; può essere giocata solo se sul tavolo c’è una carta dello stesso colore o con lo stesso simbolo (quindi un’altra PESCA +2)

 “CAMBIO”: inverte la direzione del gioco perciò se in partenza è orario, si proseguirà in senso antiorario fino a che non venga giocata di nuovo; può essere giocata solo se sul tavolo c’è una carta dello stesso colore o con lo stesso simbolo.

 “SALTO”: quando si gioca, il giocatore successivo deve saltare il turno; può essere giocata solo se sul tavolo c’è una carta dello stesso colore o con lo stesso simbolo.

 “JOLLY”: può essere utilizzata in qualsiasi momento, a piacimento di chi ne dispone. Scartandola, il giocatore deve dichiarare il colore che le attribuisce e da quel momento si riprenderà il gioco da quel colore.

 “JOLLY + 4”: è la carta che penalizza al massimo il giocatore successivo a chi la gioca perché lo costringe a pescare ben 4 carte dal mazzo e saltare un turno; può essere giocata se non si hanno altre possibilità o in altri 2 casi: se precedentemente è stata scartata un’altra carta speciale, o in mano si ha una carta abbinabile per numero a quella scartata dal giocatore precedente.

Se le carte scartate si esauriscono, si dovrà provvedere a riprenderle e mischiarle per ricominciare.

CALCOLO DEL PUNTEGGIO

Vediamo come calcolare i punteggi; ogni giocatore dovrà sommare i valori delle carte rimaste in mano, considerando che le carte “normali” hanno il valore indicato dalla carta (perciò il 2 rosso vale 2 punti) mentre le carte speciali hanno questi valori:

  • “PESCA 2” vale 20 punti
  • “CAMBIO” vale 20 punti
  • “SALTO” vale 20 punti
  • “JOLLY” vale 50 punti
  • “JOLLY + 4” vale 50 punti
Al vincitore di ogni mano vengono così attribuiti i punteggi degli altri giocatori e, al termine delle varie mani, chi avrà raggiunto i 500 sarà nominato vincitore finale.

PENALIZZAZIONI

Possono però intervenire alcune penalizzazioni, una è quella già citata dovuta alla mancanza pronuncia di “UNO”, se un giocatore suggerisce a un altro che carta giocare deve pescare 4 carte, se viene giocato un “JOLLY +4”, il giocatore successivo può chiedere di verificare le carte e, se chi l’ha scartato ha barato dovrà pescare 4 carte ma se invece ha fatto tutto regolarmente, chi ha chiesto la verifica dovrà pescare 2 carte.

VARIANTI DEL GIOCO

Ecco alcune varianti del gioco classico a 3 o più giocatori: 

  • Nel caso in cui si giochi in due, la carta “CAMBIO” avrà lo stesso significato della carta “SALTO” quindi costringerà chi l’ha scartata a rigiocare; quando si pesca una carta “PESCA 2” o “Jolly 4+”, l’avversario pescherà le carte e salterà anche il turno.
  • Nel gioco a coppie i giocatori siedono al tavolo alternati e, quando uno della coppia termina le carte, decreta la vittoria anche del partner; gli unici punti validi saranno quelli degli avversari.
  • Nel torneo, alla fine di ogni mano ogni giocatore annota i punti, chi raggiunge i 500 viene eliminato; alla fine, gli ultimi 2 rimasti si sfideranno  e, chi avrà raggiunto o superato per primo il punteggio verrà eliminato consegnando la vittoria all’altro.

6 commenti:

  1. Bellissimo, io ho le carte impermeabili per giocare in acqua ahahahha :D

    RispondiElimina
  2. ma non si chiamava "solo"?
    monica c.

    RispondiElimina
  3. Grande uno! Un altro pezzo di storia dei giochi da tavolo..quante nottate passate a giocare in spiaggia fra amici!

    RispondiElimina
  4. Bel gioco,scusate mia nipote forse ha perso alcune carte forse,quanti cambia colore ci sono? (Jolly) non +4 ma cambio colore,io ne ho 3 è giusto? Grazie in anticipo per chi mi risponde

    RispondiElimina
  5. Ma se mi lanciano il jolly +4 ed anche io ne ho uno, posso giocarlo (facendo così pescare 8 carte al giocatore successivo) o devo saltare il turno e prendereil mio debito di 4 carte?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...