venerdì 11 gennaio 2013

Il Subbuteo, calcio da tavolo per dilettanti e professionisti

Subbuteo
Subbuteo, calcio tavolo
 Quando ancora la Play Station non esisteva, i ragazzi giocavano a calcio sui campetti o, in maniera “virtuale” con il Subbuteo.
Subbuteo, gioco da tavolo esistente sin dagli anni ’40 deve la sua invenzione a un ornitologo, Peter Adolph, desideroso di creare il gioco del calcio in miniatura, appunto un calcio da tavolo.
Oltre alla versione casalinga esiste anche quella agonistica che deve sottostare a rigorosi regolamenti e che, in passato, ha dato vita a tornei paralleli a quelli di calcio giocati su regolamentari campi in erba; si tenevano così i Mondiali, i Campionati e le Coppe e i partecipanti formavano squadre di Subbuteo che partecipavano scontrandosi anche con formazioni di stranieri.





Per il gioco Subbuteo occorre un piano su cui adagiare un panno verde che fungerà da campo di gioco dove, in maniera fedele e proporzionata, sono riprodotte le linee di fondo, centrocampo, dischetti, angoli e così via. Di solito si usano l’Astropitch, la Profibase o l’Extreme Works che, date le loro caratteristiche, garantiscono una resa migliore e un gioco spettacolare e veloce mentre, panni in cotone, a causa della “grana”, non permettono un gioco lineare. Per una miglior resa di solito si lucidano le basi prima della partita o nel corso dell’intervallo, mai in fase di gioco. La scatola “base” contiene generalmente i giocatori, le 2 porte, il pallone, il tappeto e le istruzioni di gioco e, a parte, si possono acquistare giocatori di altre squadre, spettatori, pezzi risalenti agli anni ’60-’70-‘80 (HW, zombie e LW) e altri accessori o ricambi. Per gli appassionati, infatti esistono numerosi forum Subbuteo, come Subbuteoforum, Old Subbuteo, Subbuteo Collection, forumSubbuteo, ecc.
Squadre Subbuteo
Squadre Subbuteo

Regole Subbuteo 

Prima di iniziare è necessario scegliere il campo e, lo si potrà fare lanciando una monetina come nella versione “umana” quindi, i 2 giocatori che inizieranno a giocare dovranno essere posizionati nel cerchio centrale mentre, gli altri, si dovranno posizionare nella propria metà campo.

I due sfidanti hanno a loro disposizione una squadra a testa composta, come nella realtà, da 11 giocatori (più un portiere di riserva) con maglia e fattezze umane; 10 sono poggiati su una base semisferica con un piccolo peso interno che, oscillando, permette i movimenti e una, il portiere, è fissato alla porta tramite un’asticella che, quando si muove, consente di parare i colpi sferrati dalla squadra avversaria.

La pallina con cui si gioca è invece “sproporzionata” rispetto a tutto il resto.

Come nel gioco del calcio, l’obiettivo è quello di segnare più gol nella porta avversaria e vincere così la partita; i due sfidanti utilizzando solo la punta dell’indice o del medio danno un colpetto al giocatore (è vietato trascinare, spingere o lanciare la miniatura in altri modi) che urtando la palla la lancerà, però, per mantenerne il possesso, dovranno cercare di spingerla verso un loro giocatore o, se le condizioni lo consentono (il superamento della Linea di tiro), in porta, evitando che incidentalmente colpisca un giocatore avversario, manchi un obiettivo, butti fuori la palla dal campo o chi lancia tocchi miniature non sue perché in questo caso perderebbe il possesso palla.

Se la palla urta un avversario si commette un fallo e si dovrà ripartire lasciando che sia l’avversario a giocare la palla, se il portiere para un tiro, ottiene il diritto, da parte della sua squadra di giocare la palla così come, se la palla esce dal campo, la squadra avversaria ha diritto alla rimessa e quindi al possesso palla.

Nello svolgimento i giocatori possono essere mossi per effettuare le migliori giocate e ogni miniatura non può colpire la palla più di 3 volte, per il resto, con i dovuti adattamenti, le regole applicate sono le stesse del calcio, con punizioni, falli, calci d’angolo, fuorigioco, autogol, rimesse e rigori.

Per battere rimesse, calci d’angolo e così via, si potrà prelevare la miniatura con le mani e posizionarla nel punto da cui si dovrà battere e, a eccezione della rimessa da fondo campo che permette di riposizionare tutta la squadra spostando le miniature con le mani, negli altri casi, se si vorranno posizionare giocatori a difesa o pronti all’azione, lo si dovrà fare con colpi in “punta di dita”.

In caso di calcio d’angolo ogni squadra potrà spostare infatti 3 giocatori a colpi di dito, in caso di calcio di punizione o fallo di rigore entrambe le squadre potranno spostare 2 miniature a colpo di dito, in caso di rimessa laterale si potrà spostare una sola miniatura però, chi batterà la rimessa non dovrà superare la linea laterale poiché, in questo caso, si invertiranno le parti e l’avversario avrà diritto a tirare. In tutti i casi l’attacco deve essere disposto per primo in modo da dare alla difesa la possibilità di sistemarsi in maniera ottimale.

Così come nel calcio tradizionale si possono organizzare tornei, triangolari, campionati, anche su più campi in contemporanea, se si è in tanti a prendervi parte; le partite si giocano di solito in 2 tempi da 15 minuti l’uno e intervallo di 3, con cambio di campo al termine del primo tempo e, se necessario, si potrà procedere a ulteriori 2 tempi supplementari di 5 minuti con cambio di campo al termine del primo.

Per gli amanti dei giochi online esistono diverse versioni del Subbuteo online oppure giochi del calcio online. Uno di questi è oFootBall managerun gioco online gratis! Creata la squadra si possono sfidar i propri amici fino ad arrivare alla mitica champions league. Clicca qui

oFootBall Manager 




2 commenti:

  1. Ciao Laura, dovremmo organizzare un torneo tra noi .. tu sai chi !! :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...